Húsavik e Dalvík

Una gita nei fiordi, a "caccia" di balene.

Husavík fu, verso l’anno 850, il primo insediamento vikingo in Islanda. Oggi è un pittoresco villaggio diventato la capitale del whale watching islandese.

Dal suo porto salpano ogni giorno i battelli che operano diverse crociere per ammirare le balene nella baia durante il periodo della loro permanenza annuale da Maggio a Settembre. I battelli sono attrezzati di tutto ed offrono cerate e stivali per permettervi di ammirare le balene rimanendo sulla tolda della nave, anche con tempo avverso. Generalmente, dato l’alto tasso di successo di avvistamento delle balene, gli operatori, in caso non si riescano ad avvistare i cetacei, offrono un’ulteriore crociera gratuita.

Ad 
Husavík c’è un museo unico al mondo: il Museo Fallologico che ospita più di 180 falli di origine animale in formalina. Dalvík si trova in un fiordo più ad Ovest e da qui partono i traghetti per l’isola di Grímsey che è la terra islandese più a Nord, ad un passo dal Circolo Polare Artico.

Da 
Dalvík partono anche delle escursione per l’avvistamento delle balene nella baia. Forse l’esperienza da Dalvík risulta essere un po’ meno turistica che da Husavik.