La penisola del vulcano Snæfellsjökull


Troppo grande per essere visto da vicino.

La penisola del vulcano Snæfellsjökull è stata immortalata da Jules Verne nel Viaggio al Centro della Terra ed è accessibile da Reykjavik con un’escursione da fare anche in giornata. Il vulcano che si erge alla fine della penisola è talmente grande che quasi non si vede, nel senso che non ha una sagoma che rapidamente si staglia nel cielo, ma è una montagna che digrada, per cui la sua cima si perde lontano piuttosto che in alto, rimettendoci così in maestosità.

Nelle giornate di bel tempo, invece, il vulcano si può vedere già in arrivo all’aeroporto di Keflavik volgendo lo sguardo dall’altra parte del Golfo verso Nord-Ovest. Allora la montagna si presenta come una grande isola affiorante dal mare e rivela tutta la sua maestosità.

La bella strada che costeggia tutta la penisola offre diverse occasioni per fermarsi ad ammirare le tante attrattive Islandesi che qui sembrano essere tutte a portata di mano. Lungo tutto il tragitto si possono effettuare delle brevi escursioni che vi portano alternativamente a vedere delle spiagge nere di lava a piccoli paesini di pescatori riparati in profondi fiordi. Anche qui le occasioni per scattare fotografie non mancano, al passaggio di ogni nuvola i colori e le prospettive cambiano.

Dalla frastagliata costa Nord partono i traghetti per i Fiordi Occidentali