Jökulsárlón

La laguna degli iceberg, dove il ghiacciaio si scioglie e muore in mare.

Percorrendo la strada costiera verso Höfn la Jökulsárlón appare improvvisamente appena sorpassata una bassa e grigia collina di detriti.

La sua vista è qualcosa di veramente impressionante, centinaia di iceberg grandi e piccoli di tutte le gradazioni dell’azzurro e del bianco si staccano dal ghiacciaio Vatnajokull che qui arriva quasi al mare e si cullano in questa laguna profonda 600 m e vasta 17 kmq.

La laguna sì è formata negli ultimi 75 anni, prima infatti il ghiacciaio arrivava fino a lambire la strada statale. Gli iceberg, una volta entrati nella laguna, si sciolgono a poco a poco e quando riescono ad essere piccoli e leggeri vengono sospinti dalla corrente verso il mare, passando prima sotto il ponte con cui la statale si alza in un arco abbastanza ampio per lasciarli passare. Una volta al mare vanno a sciogliersi lontano.

Nella laguna è possibile effettuare delle escursioni con mezzi anfibi per avvistare le foche che nella laguna hanno stabilito la loro residenza.

Non lontano dalla Jökulsárlón si trovano altre 2 lagne glaciali, Fjallsárlón e Breiðárlón.